Tag

, , , , , , , , ,

Alle volte capita, di sentirsi ripiegati su se stessi, rendendosi conto di tutto l’abisso del proprio lato oscuro. Quello che mai ci abbandona, che è capace di farci vedere ciò che vogliamo nascondere anche a noi stessi, che ci fa padroni e schiavi di noi stessi al medesimo tempo. Ci si sente avvoltolati, ci si sente come una spirale che ruota da sè intorno al proprio fulcro misterioso… come in un labirinto misterioso che altro non è se il nostro Io, caotico e incredibile, oscuro e luminoso al tempo stesso… ma ormai consapevole di sè.

E.

…Vago, divago, come il dr. Zivago io mi sbraccio e non mi vedi, cerco mani e spesso trovo piedi, cerco fumi e trovo lumi che mi bruciano, ed io so bene che le cicatrici restano. Carta, penna e poco più per stare a galla, nella testa il mio pensiero è come un ragno in una bolla: seduto in riva al fiume aspetta di veder passare il mio cadavere.. pazientemente…

Annunci