Tag

, , , , , , , , , , ,

Ci sono volte che si sente fino in fondo il proprio essere un’unità indissolubile, in tutte le proprie lacerazioni, in tutti i propri alti e bassi, in ogni propria sfaccettatura. Ci si rivede nel proprio modo di essere, fragili e combattivi, a testa alta. Capaci di ubriacarsi di incubi e disintossicarsi nei sogni, di vomitare la rabbia e divorare la gioia. Di spezzarsi in due e tornare a volare. Ci sono volte in cui è possibile rendersi conto di come ogni singolo filo della vita, ogni aspetto della propria personaltà permetta di sentire fino in fondo la complessità nell’essere sempre uno, indivisibile nella molteplicità. In cui ci si sente finalmente capaci di librarsi in alto.

E.

…I have heard myself cry “never again”, broken down in agony, just tryin’ find a friend. I’m safe, up high, nothing can touch me, but why do I feel this party’s over? No pain inside, you’re like perfection, why do I feel this good sober?…

 

 

E.

Annunci