Tag

, , , , , ,

Scrivere è  inseparabile dall’emozione, è un incidere su carta i graffi del proprio animo. È catarsi pura, prendere gioie e dolori e tramutarli in altro da te. Si prende l’emozione pura, non eventi o persone, e là si riplasma, come creta. Ciò che si prova diventa puro suono o immagine: esiste in forma nuova, lieve. Il dolore non fa più male, la gioia diventa una nostalgica istantanea. Non contano le radici, ma la perfetta purezza dell’emozione trasfigurata in colori e parole. È catarsi, è liberazione, è consapevolezza di sè. Lo scritto non ha più nulla della parte negativa dell’emozione, è solo portare abissi alla luce. Certo, spesso a monte ci sono esperienze anche traumatiche (e sarebbe bello essere confortati nel momento in cui le si vivono) ma lo scritto è vera sintesi, dall’esperienza all’emozione alla catarsi.

Questo è scrivere, e nulla e nessuno potrà mai farmi smettere.

E.

Annunci